Amazon: al via le consegne da supermercati e centri commerciali, ma solo negli Stati Uniti

Amazon: al via le consegne da supermercati e centri commerciali, ma solo negli Stati Uniti
di

Mentre l'Amazon Prime Day 2022 si avvicina, pare che il colosso americano dell'ecommerce sia pronto per introdurre una novità non da poco nella sua gestione degli ordini: a quanto pare, infatti, Amazon starebbe testando la possibilità di recapitare pacchi da centri commerciali e supermercati direttamente a casa dei suoi utenti.

A riportare l'esistenza di questo programma, che potrebbe rivelarsi un vero e proprio salvavita per Amazon, il cui bilancio è stato messo in crisi dal rallentamento degli ordini online, è Bloomberg, che spiega che il progetto è in fase di test da circa un anno presso l'azienda di Jeff Bezos. L'obiettivo di quest'ultima dovrebbe essere quello di garantire le consegne nel giro di 24 o 48 ore dall'ordine, appoggiandosi sui rivenditori locali.

La rappresentante di Amazon Lauren Samaha ha spiegato a The Verge che "si tratta di un altro modo per collegare i rivenditori di Amazon con i clienti tramite delle opzioni convenienti per le consegne", confermando che al momento il progetto è esteso a poche città americane, tra cui Las Vegas, Chandler (in Arizona) e Tysons Corner (in Virginia).

Samaha ha spiegato che il funzionamento del programma sarà simile a quello delle numerose convenzioni tra Amazon e i supermercati sparsi per tutti gli Stati Uniti: nello specifico, basterà che i negozi e i centri commerciali creino dei propri account sulla piattaforma di ecommerce, in modo da permettere agli utenti di navigare tra i loro prodotti in vetrina. Una volta acquistato un prodotto, il corriere Amazon si recherà al centro commerciale, e non al centro logistico locale del colosso del commercio sul web, preleverà il pacco e lo porterà direttamente a casa dell'utente.

Al contempo, Vox riporta che Amazon sta testando una collaborazione con i negozi locali per permettere a questi ultimi di fare consegne su un territorio relativamente ridotto, specie nelle zone rurali: in questo caso, i prodotti verranno recapitati dai centri logistici di Amazon ai negozi sul territorio, che poi potranno consegnare i pacchi insieme alla propria merce, su un raggio massimo di una ventina di chilometri.

Si tratta in entrambi i casi di progetti volti ad aumentare l'integrazione dei negozi tradizionali su Amazon e la rapidità delle consegne degli ordini: resta solo da vedere se gli esercenti vorranno collaborare con l'azienda di Jeff Bezos.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
1