Amazon ai dipendenti: "TikTok vietato, necessaria la disinstallazione", poi il dietrofont

Amazon ai dipendenti: 'TikTok vietato, necessaria la disinstallazione', poi il dietrofont
di

Ha fatto molto discutere una mail trapelata in rete, ed inviata da Amazon ai dipendenti, in cui il colosso degli e-commerce aveva annunciato l'intenzione di vietare l'uso di TikTok ai propri lavoratori, intimandoli a disinstallarla dai loro smartphone.

Nella mail si leggeva che l'app "TikTok non è più consentita sui dispositivi mobili che accedono all'e-mail Amazon'', con tanto di ordine ad eliminarla entro fine giornata. Questa comunicazione aveva provveduto ad aumentare ulteriormente le tensioni intorno al social network cinese, dopo che Donald Trump ha annunciato di voler bannare TikTok negli USA in quanto etichettato come uno strumento di sorveglianza e propaganda del governo cinese, che secondo l'intelligence la utilizzerebbe per tracciare anche gli spostamenti degli utenti.

Un ban da parte di Amazon potrebbe provocare un effetto a catena negli USA, in quanto la società di Jeff Bezos è il secondo datore di lavoro della nazione dopo Walmart con oltre 840mila dipendenti. TikTok, infatti, dal suo canto aveva immediatamente espresso perplessità ed in una nota ha fatto sapere che non comprende tali preoccupazioni.

Amazon, poco dopo, ha fatto marcia indietro ed attraverso una dichiarazione rilasciata da un portavoce ha specificato che "l'email di questa mattina ad alcuni dei nostri dipendenti è stata inviata per errore. Non ci sono cambiamenti alle nostre politiche in questo momento per quanto riguarda TikTok".

Quanto è interessante?
3