Amazon fa un passo indietro nei confronti dei furbetti del reso?

di

Qualche giorno fa, su queste pagine abbiamo trattato la vicenda relativa ai ban effettuati da Amazon ai danni di alcuni utenti indisciplinati che avrebbero abusato delle politiche di reso messe a disposizione dal gigante degli e-commerce, una decisione che aveva scatenato polemiche da parte degli utenti.

Secondo quanto riportato da alcuni siti americani, la compagnia di Jeff Bezos potrebbe decidere di dare agli utenti espulsi una seconda possibilità. In particolare, Repubblica nota come fonti vicine ad Amazon abbiano fatto sapere che la chiusura degli account rappresenti una misura estremamente rara, che viene attuata solo in circostanze estreme.

Nella fattispecie, il ban non è legato al numero di pacchi restituiti, ma ad una condotta di abuso perpetrata nel corso del tempo. Da Chicago fanno infatti sapere che agli utenti vengono inviate almeno due mail di avviso prima di procedere con la chiusura degli account, che viene effettuata solo nel caso in cui siano evidenti procedure di abuso delle linee guida.

Alcuni utenti che si sono rivolti al servizio clienti, hanno inoltre riferito a Repubblica che Amazon ha messo a disposizione un nuovo servizio, raggiungibile attraverso questo indirizzo, attraverso cui coloro che non posseggono più un account vogliano mettersi in contatto con il customer service della compagnia. Le vie sono due: o essere contattati via mail o telefonicamente.

Quanto è interessante?
7

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it