Amazon guarda sempre più ai diritti dei dipendenti: novità in arrivo anche per i corrieri

Amazon guarda sempre più ai diritti dei dipendenti: novità in arrivo anche per i corrieri
di

Importanti cambio di politica interna per Amazon, a seguito dell'aumento dei salari minimi, che è stato ufficializzato proprio nella giornata di ieri, il colosso di Seattle starebbe per apportare delle importanti modifiche al sistema di retribuzione per i corrieri di terze parti.

In una mail interna, pubblicata dal Business Insider, si legge che la compagnia di Jeff Bezos mirerebbe ad introdurre dei nuovi sistema per registrare le ore di lavoro dei corrieri, al fine di garantire loro il pagamento delle ore di straordinario a cui hanno diritto e che in precedenza non sarebbero state riconosciute.

Il tutto però dovrebbe passare attraverso un sistema concordato con le società di terze parti che effettuano le consegne per conto di Amazon.

Il negozio online infatti dal prossimo 19 Novembre negli USA richiederà ai propri corrieri di monitorare elettronicamente e registrare le ore dei dipendenti attraverso un software di rilevazione del tempo ed un registro di presenze elettronico, fornito dall'azienda ADP. La decisione sarebbe stata presa a seguito di un'indagine condotta proprio dal Business Insider e riguardante diverse ore di straordinario non riconosciute a vari corrieri.

Amazon, inoltre, presto dovrebbe proibire alle compagnie a cui si affida di pagare gli autisti dei corrieri con una tariffa giornaliera fissa. Le aziende che rientrano nel sistema "Delivery Service Partners" potrebbero essere obbligate a pagare i dipendenti su base oraria.

Chiaramente resta da capire come e se tali modifiche verranno applicate all'estero, ma si tratta di un passo in avanti significativo.

FONTE: BI
Quanto è interessante?
5

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it