Amazon ha silenziosamente disattivato la crittografia dall'ultima versione di Fire OS

di

La crittografia è senza dubbio l'argomento più chiacchierato degli ultimi giorni, soprattutto per merito del caso Apple-FBI che sta tenendo banco sui principali quotidiani del settore.

Come segnalato da alcuni utenti, però, Amazon nell'ultima versione del proprio sistema operativo Fire OS ha disattivato la crittografia.
Una scelta che va controtendenza rispetto ai principi fondamentali della sicurezza informatica. In questo modo un potenziale malintenzionato potrebbe ottenere l'accesso a tutti i dati presenti su un dispositivo attraverso qualche bug, dal momento che non sono più cifrati. Questo vuol dire che potrebbe visualizzare senza nessuna censura tutti i dati locali, compresi i dati delle applicazioni, dati di accesso, credenziali delle carte di credito, foto, video, testo ed e-mail.
Al momento non è chiaro il motivo per cui la società di Jeff Bezos ha preso questa decisione. Ma un portavoce della compagnia, interpellato sulla questione, ha affermato che “quando abbiamo pubblicato Fire OS 5, abbiamo rimosso alcune caratteristiche non utilizzate dagli utenti”. Lo stesso ha anche rivelato che la decisione sarebbe stata presa nell'autunno del 2015, quindi quando gli sviluppatori hanno iniziato a lavorare sull'aggiornamento.
L'unico modo per proteggersi, quindi, almeno al momento è di non effettuare l'aggiornamento e quindi l'installazione del pacchetto.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0