Amazon, rivenditori di terze parti premiano gli utenti se rimuovono le recensioni negative

Amazon, rivenditori di terze parti premiano gli utenti se rimuovono le recensioni negative
di

Della questione relativa alle recensioni false su Amazon abbiamo a più riprese discusso su queste pagine. Tuttavia, un nuovo rapporto del WSJ fa luce su un altro fenomeno che negli ultimi tempi avrebbe fatto capolino sulla piattaforma: venditori di terze parti che si offrono di premiare gli utenti che rimuovono le recensioni negative.

Nicole Nguyen sul Journal racconta la storia di Katherine Scott, una signora che ha acquistato un flacone di spray per l'olio da cucina ma che non ha funzionato come descritto. Katherine, come fatto da molti altri utenti, a questo punto ha deciso di lasciare una recensione negativa al prodotto ma una settimana dopo ha ricevuto una mail che sembrava provenire da un rappresentante del servizio clienti del produttore che le offriva un rimborso qualora avesse cancellato la recensione.

"La signora Scott ha chiesto un rimborso ma non ha voluto cancellare la sua recensione. Un rappresentante l'ha contattata il giorno successivo e si è rifiutato di emettere il suo rimborso. "Una recensione negativa è un colpo fatale per noi", si leggeva nell'e-mail. “Potete aiutarci, cancellando la vostra recensione? Se vuoi, posso offrirti un rimborso di 20 Dollari per esprimere la mia gratitudine. Poche ore dopo, ha ricevuto un'altra supplica dallo stesso indirizzo e-mail" si legge nell'articolo del Journal secondo cui i 20 Dollari offerti rappresentano il doppio rispetto alla spesa iniziale.

Amazon parlando con il Wall Street Journal ha affermato che non condivide gli indirizzi email dei clienti con i venditori di terze parti e lo scorso anno ha rimosso circa 200 milioni di recensioni false. A quanto pare però i venditori stanno comunque trovando il modo di inviare email ai clienti.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5