Amazon sulle tasse pagate in Italia: "versato il dovuto, dati distorti"

Amazon sulle tasse pagate in Italia: 'versato il dovuto, dati distorti'
di

Nella giornata di ieri abbiamo riportato lo studio di Mediobanca che ha fatto molto discutere in quanto indicava le tasse versate dai giganti del web al Fisco Italiano.

Amazon, che secondo lo studio nel 2018 avrebbe versato solo 6 milioni di Euro, non ci sta ed in una nota ha voluto sottolineare che "sono state pagate tutte le dovute in Italia".

Secondo il colosso di Jeff Bezos, "il rapporto di Mediobanca ignora il record di investimenti e la continua creazione di posti di lavoro nel paese". La compagnia americana ritiene che "è errato equiparare tutte le aziende digitali senza tenere in considerazione le differenze dei business in cui operiamo: l'imposta sulle società si basa sui profitti, non sui ricavi, ed i nostri profitti sono bassi sia perchè il retail è un business con margini ridotti sia per i continui investimenti di Amazon in Italia che dal 2010 ammontano ad oltre 1,6 miliardi di Euro".

Amazon ha anche spiegato che l'aliquota fiscale effettiva dal 2010 al 2018 è stata del 24%, e l'attività di international retail è in perdita. La società guidata da Mariangela Marseglia rivendica anche che entro la fine del 2019 saranno assunti altri mille dipendenti a tempo indeterminato, che si aggiungono agli altri 6.500.

Inoltre, "il rapporto non ha preso in considerazione l'impatto di tutte le entità italiane, ma solo 7 delle 11 società con cui Amazon opera in Italia, che hanno ricadute in termini di gettito sia a livello locale sia a livello nazionale attraverso Iva, Irpef, Ires, Tasi,Tari. Inoltre, Amazon paga tutte le tasse dovute in Italia e in tutti i Paesi in cui operiamo e le tasse pagate in Italia sono più alte rispetto a quelle dichiarate nel rapporto in quanto, da maggio 2015, abbiamo una succursale italiana di Amazon EU Sarl che registra tutti i ricavi, le spese, i profitti e paga le imposte dovute in Italia per le vendite al dettaglio, non in Lussemburgo”.

FONTE: Corcom
Quanto è interessante?
9