Gli ambiziosi piani della Cina per la Luna: sonde volanti, stampanti 3D e molto altro

Gli ambiziosi piani della Cina per la Luna: sonde volanti, stampanti 3D e molto altro
di

Continua senza sosta la corsa allo spazio e in particolare verso la Luna, territorio ancora fertile nonostante le tante missioni già avvenute, con e senza equipaggio. La Cina, ormai leader affermato nell’esplorazione spaziale, ha le idee molto chiare su cosa fare nelle prossime missioni lunari.

Il più grande traguardo raggiunto dalla CNSA (l’Agenzia Spaziale Cinese) è stato quello di mandare un lander e un rover sulla faccia nascosta della Luna (mediante la missione Chang'e 4) con un atterraggio morbido e di successo, mantenendo entrambi in contatto con la Terra grazie un satellite ripetitore interposto in una particolare orbita (in uno dei cosiddetti “punti di Lagrange Terra-Luna”). Tale impresa non è mai riuscita a nessun’altra nazione, e ora la Cina si appresta a mantenere alto il suo prestigio con idee rivoluzionarie e sorprendenti.

Il programma Chang’e è totalmente dedicato all’esplorazione lunare e ha in vista altri passi fondamentali da compiere mediante i lanci che si avvicenderanno nei prossimi anni: per prima cosa ci saranno le missioni Chang’e 5 e 6 che avranno il compito di riportare a casa circa 2kg di rocce lunari, prodotti e custoditi per lo più dalle missioni precedenti. I campioni andranno spostati dal lato nascosto della Luna e portati su quello visibile, in modo da essere trasferiti sulla Terra con più facilità. Se tutto andrà come calcolato, saranno i primi campioni lunari a tornare sul nostro pianeta dal lontano 1976, quando l’ultima sonda sovietica Luna 24 riportò circa 170 grammi di rocce. Il loro lancio ha subìto, tuttavia, una serie di problemi: preventivate entro il 2020, il fallimento critico del razzo LM-5 del 2017 ha fatto tardare parecchio i lavori, rinviandole ad un ancora incerto 2023-2024.

Di vedute ancor più ampie sarà la futura Chang’e 7, che avrà un modo tutto nuovo di approcciarsi all’esplorazione lunare: preventivata dopo il 2024, il veicolo sarà costituito da un orbiter, un lander, un rover, una “mini sonda volante” e un satellite ripetitore (comunemente chiamato “relè”, simili a quello che abbiamo visto in funzione con Chang’e 4). La missione avrà il compito di focalizzarsi sullo studio del Polo Sud della Luna, e da lì iniziare a immettere le basi per un futuro avamposto lunare (e speriamo ci sia spazio per tutti visto che, “casualmente”, è anche l’obiettivo delle Missioni Artemis). La cosa più singolare è di certo la “mini-sonda volante”: non è stato ancora rilasciato un chiaro programma su come funzionerà, ma si presuppone che sarà più una sorta di “hopper” che un vero e proprio veicolo volante (cioè simile a quanto fa Starship con i suoi prototipi SN qui sulla Terra). Avrà il compito di analizzare molecole d'acqua situate permanentemente nei crateri del polo sud lunare, dove la superficie all'interno dei crateri non riceve mai la luce solare diretta.

Non finisce qui: sempre grazie a Chang’e 7, gli scienziati cinesi hanno intenzione di installare sulla Luna un ripetitore interferometrico VLBI (Very Long Baseline Interferometry), in modo tale da stabilire una connessione tra quest’ultimo e i ripetitori sulla Terra, creando un “telescopio” con un’apertura paragonabile alla distanza Terra-Luna! Abbiamo visto come la fusione di questa tecnologia sia stata fondamentale nel produrre la prima immagine di un buco nero, e questo tramite un telescopio virtuale grande quanto il nostro pianeta. Cosa potrebbe regalarci allora un’analisi così infinitamente più possente?

Per Chang’e 8 infine, i piani sono ancora incerti, ma la CNSA è fiduciosa di poterla lanciare prima della fine degli anni ’20: con questa missione approderà sulla Luna nientepopodimeno che una stampante 3D opportunamente modificata per operare sulla superficie lunare e sfruttare i materiali a sua disposizione (quindi regolite e rocce lunari) per produrre oggetti e strumenti di necessità, sempre in funzione dell’eventuale avamposto umano. Da Eterna viaggiatrice, solitaria, la Luna sta per trasformarsi in un posto piuttosto affollato.

FONTE: Space.com
Quanto è interessante?
3