AMD, le APU Phoenix saranno incredibili: avranno CPU Zen4 e GPU RDNA3

AMD, le APU Phoenix saranno incredibili: avranno CPU Zen4 e GPU RDNA3
di

AMD ha parlato delle sue APU Mendocino per il gaming in mobilità nel corso del Financial Analyst Day 2022, lo scorso 22 maggio. Nonostante il lancio delle APU di nuova generazione di Sunnyvale sia ancora lontano, un leaker è riuscito a ottenere le prime informazioni sulla APU Zen4 Phoenix Point.

Phoenix Point è il successore delle APU Ryzen 6000, con nome in codice Rembrandt: durante l'Investor Day di quest'anno, sfortunatamente, AMD non ha rivelato molto riguardo al chipset per laptop, ma sappiamo quasi per certo che esso sarà lanciato nel corso del 2023, a qualche mese di distanza dall'uscita delle CPU Ryzen 7000 di AMD.

Phoenix Point dovrebbe rappresentare uno stacco generazione molto marcato rispetto alle APU di attuale generazione, passando dal nodo TSMC a 6 nm a quello a 4 nm, permettendo ad AMD di ridurre le dimensioni del chip, di renderlo più efficiente e prestante e persino di abbatterne i consumi energetici, rendendolo perfetto per i laptop di nuova generazione.

Stando a quanto riporta il leaker TUM_Apisak su Twitter, Phoenix Point avrà dei Core Zen4, sfruttando dunque la nuovissima architettura di AMD, che verrà incorporata per la prima volta a fine 2023 nelle CPU per desktop. In termini di performance, l'utilizzo della nuova architettura dovrebbe garantire un boost del 35% rispetto alle APU current-gen.

Inoltre, pare che le APU Phoenix Point avranno una iGPU RDNA3, utilizzando anche in questo caso la più recente architettura per schede grafiche del colosso di Sunnyvale, che dovrebbe debuttare con le GPU Radeon RX 7000 a fine 2022 o a inizio 2023. Inoltre, pare che l'utilizzo di chip Zen4 e grafiche RDNA3 non inciderà particolarmente sui consumi delle APU, che si posizioneranno tra i 35 ed i 45 W di TDP.

Infine, Phoenix Point supporterà le interfacce PCIe 5.0 e le RAM DDR5, nello specifico le LPDDR5 ed eventualmente altri formati in futuro, a seconda del supporto che AMD programmerà nei prossimi mesi. Infine, proprio le APU mobile saranno le prime a montare un Artificial Intelligence Engine, o AIE, che è stato sviluppato da AMD grazie alle tecnologie di Xilinx, acquisita da Sunnyvale a inizio 2022.

Quanto è interessante?
3