AMD a ruota libera su RDNA3 e Radeon RX 7000: prestazioni ed efficienza

AMD a ruota libera su RDNA3 e Radeon RX 7000: prestazioni ed efficienza
di

Dopo aver infiammato il pubblico di appassionati con l'annuncio dei nuovi processori Ryzen 7000, AMD torna a occuparsi anche del suo secondo importantissimo campo d'interesse: le schede video di prossima generazione.

Basate sull'innovativa architettura RDNA3, dovrebbero corrispondere alla serie Radeon RX 7000 e, contrariamente a quanto si possa immaginare, dovrebbero puntare molto sull'efficienza oltre che sulle prestazioni.

A parlarne è stata la stessa AMD, con un lungo post sul suo blog ufficiale (link alla fonte), spiegando che la tecnologia tende per sua natura a spingere oltre i confini tecnici, non solo in potenza bruta ma anche nell'utilizzo di ulteriori componenti hardware per il calcolo del Ray Tracing. Tutto questo, naturalmente, ha un costo in termini di consumo energetico.

I consumi, mai come in questo periodo, stanno diventando soggetto di dibattito non solo nel gaming, ma in tutti gli aspetti della nostra vita. Per questo motivo, investendo in ricerca e sviluppo è possibile portare avanti idee non necessariamente proporzionalmente energivore. Tanto per cominciare, AMD ribadisce il suo impegno ini tal senso ricordando come qualche anno addietrò rivoluzionò completamente le sue principali architetture per migliorare l'efficienza energetica e il design.

Attualmente, afferma sempre il team rosso, il suo portfolio può vantare la leadership in termini di performance per watt, con sistemi anche più silenziosi e più leggeri.
Questo vale anche per il segmento GPU dove, sin dall'introduzione di RDNA con le Radeon RX 5000, AMD ha proposto architetture sempre più efficienti e proprio in quella generazione riuscì a migliorare del 50% il rapporto prestazioni/watt. Rapporto che è arrivato al 65% di miglioramento con il passaggio dalle 5000 alle 6000 e, quindi, all'attuale architettura RDNA2.

A ormai due anni dall'annuncio delle Radeon RX 6000, ci avviciniamo sempre di più alla nuova generazione, che dovrebbe compiere ulteriori passi in avanti in questa direzione pur garantendo prestazioni di altissimo livello. L'architettura RDNA3 sarà sviluppata su nodo a 5 nanometri e, secondo le prime stime ufficiali, dovrebbe garantire un'efficienza energetica migliore del 50% rispetto a RDNA2, potenziando al contempo la tecnologia di gestione energetica adattiva in modo tale da garantire un consumo in linea con le prestazioni ottimali per ogni scenario d'utilizzo.

Insomma, ci aspettano grandi cose anche in questa generazione: non ci resta che attendere l'annuncio ufficiale!

FONTE: amd
Quanto è interessante?
2
AMD a ruota libera su RDNA3 e Radeon RX 7000: prestazioni ed efficienza