AMD Ryzen 8000, si svela l'APU Strix Point: avrà Core Zen 5 e iGPU RDNA 3.5

AMD Ryzen 8000, si svela l'APU Strix Point: avrà Core Zen 5 e iGPU RDNA 3.5
di

Le APU mobile AMD Ryzen di serie 8000 sembrano essere ormai dietro l'angolo: la nuova generazione di Accelerated Processing Unit del Team Rosso, infatti, potrebbe fare il suo debutto tra fine 2023 e inizio 2024. Oggi, finalmente, alcuni leaker ci svelano le caratteristiche tecniche delle APU Ryzen 8000 con codename "Strix Point".

Stando ai leaker Golden Pig e HXL, infatti, una delle APU Ryzen 8000 (forse quella di fascia più alta) dovrebbe avere la bellezza di 12 Core Zen 5 e 5c, insieme a una GPU RDNA 3.5. I Core Zen 5 verranno implementati solo sulla prossima generazione di CPU AMD per desktop, anch'esse in arrivo nel corso del 2024: sembra dunque che le APU mobili, in arrivo per l'inizio dell'anno, anticiperanno di qualche mese la tecnologia che poi troverà spazio su desktop.

In particolare, l'APU leakata nelle scorse ore sarà dotata di 8 Core Zen 5c e 4 Core Zen 5: i primi saranno dotati di 8 MB di Cache L3, mentre i secondi avranno 16 MB di Cache L3. La GPU integrata, basata sull'architettura RDNA 3.5 (la stessa che dovrebbero utilizzare i refresh delle GPU Radeon RX 7000 in arrivo tra la fine del 2023 e la prima metà del 2024), avrà un totale di 8 WGPs, ovvero 1.024 Stream Multiprocessors, su un die monolitico.

Inoltre, i 12 CPU Core saranno divisi in due Core Complex (CCX), mentre le APU Strix Point saranno le prime con architettura "ibrida", dotata cioè di "Big Cores" (i Core Zen 5) e "Little Cores" (i Core Zen 5c). In termini di numero di Thread, le APU Strix Point dovrebbero arrivare ad un massimo di 24, 4 in più della CPU Intel Meteor Lake più performante in arrivo nei prossimi mesi, la quale dovrebbe essere dotata di una configurazione a 14 Core e 20 Thread. Alcuni leaker, però, hanno parlato anche di una CPU Meteor Lake a 16 Core e 24 Thread, che così potrebbe eguagliare l'offerta di AMD in termini di numero di Thread simultanei.

Con ogni probabilità, comunque, quella leakata è solo una delle configurazioni delle APU Strix Point, che potrebbero essere disponibili in diverse varianti a seconda delle prestazioni desiderate dai partner di AMD. Ne sapremo sicuramente di più nei prossimi mesi: se le specifiche dovessero essere confermate, il gaming in mobilità potrebbe farsi decisamente più interessante nel corso del 2024.