L'ammasso stellare NGC 2682 è più grande di quello che gli scienziati si aspettavano

L'ammasso stellare NGC 2682 è più grande di quello che gli scienziati si aspettavano
di

Sulla base dei nuovi dati del satellite Gaia dell'ESA, gli astronomi hanno effettuato ulteriori approfondimenti sulle proprietà dell'ammasso aperto NGC 2682. Si è scoperto che le dimensioni di questo ammasso sono due volte maggiori di quanto si pensasse in precedenza.

Situato a circa 2.800 anni luce di distanza, NGC 2682 è un ammasso aperto nella costellazione del Cancro, ed è uno dei raggruppamenti più antichi vicino a noi, con un'età di circa 3.6 miliardi di anni.

L'età e la composizione delle stelle di questo raggruppamento è simile a quella del sole, gli astronomi credono quindi che la nostra stella potrebbe aver avuto origine da NGC 2682.

Circa un anno fa, il satellite Gaia ha fornito nuove documentazioni su oltre 1 miliardo di fonti nella Via Lattea. Così, una squadra di astronomi europei guidata da Ricardo Carrera dell'Osservatorio Astronomico di Padova in Italia, ha recentemente deciso di utilizzare i dati del satellite per saperne di più su NGC 2682.

La maggior parte di queste costellazioni aperte dovrebbe dissolversi a un'età di circa 1 miliardo di anni, ma NGC 2682 è sopravvissuto fino ad oggi, questo suggerisce che in passato era molto più massiccio.

Negli ultimi anni le osservazioni effettuate avevano suggerito agli scienziati che questo ammasso stellare fosse grande 78 anni luce, ma questi nuovi studi hanno constatato che in realtà è grande 160 anni luce.

Il satellite Gaia in passato, ha anche calcolato la massa della Via Lattea insieme al telescopio spaziale Hubble, e grazie a quest'ultimo, i ricercatori hanno recentemente creato un'immagine che racchiude 265.000 galassie.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
7