Anche Facebook finisce sotto la lente dell'Unione Europea

di

Non solo Apple e Google, ma anche Facebook. In questi giorni l'Unione Europea sta aprendo diversi fascicoli riguardanti i colossi della Silicon Valley, tanto che molti giornali specializzati parlano proprio di un vero e proprio assalto mosso da parte del Vecchio Continente alle società che operano nel settore hi-tech. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, infatti, il social network di Mark Zuckerberg sarebbe sotto indagine in ben sei paesi dell'UE: Francia, Spagna, Italia, Germania, Olanda e Belgio.

Come abbastanza prevedibile, il tutto ha ad oggetto la politica di gestione dati di Facebook, su cui sono iscritti oltre 300 milioni di utenti che quotidianamente pubblicano e condividono sulla piattaforma direttamente dai paesi dell'Europa. Gli organi regolatori delle suddette nazioni hanno preso ad esame anche Instagram e Whatsapp, due società controllate da Facebook ed hanno incrociato i dati dei tre diversi servizi. Ma non è tutto, perchè sott'occhio sono finiti anche i Like, uno degli strumenti più usati sul social network, che secondo gli stessi traccerebbero le abitudini degli utenti.
Facebook però ha ostentato una certa tranquillità e sicurezza a riguardo, ed un portavoce ha affermato che la società, pur essendo al corrente delle indagini in corso, è disposta a rispondere a tutte le domande e ad aiutare le autorità. Il portavoce ha anche approfittato dell'occasione per rivelare che proprio di recente il social network ha apportato delle modifiche alle condizioni d'uso ed alla gestione dei dati degli utenti. 

Quanto è interessante?
0