Anche Facebook in contatto con le etichette discografiche

di

Fonti ben informate hanno raccontato a The Verge che anche Facebook di recente avrebbe parlato con le etichette discografiche, in particolare con le così dette major, ovvero Sony Music Entertainment, Universal Music Group e Warner Music Group.

Al momento le cause non sono note, ma il debutto di Apple Music potrebbe aver scatenato una reazione a catena.
Ovviamente al momento non possiamo garantirvi che i colloqui siano stati incentrati su un possibile servizio di streaming musicale targato Facebook, in quanto le stesse fonti affermano che le trattative sarebbero nella fase iniziale e si dicono certe del fatto che Zuckerberg voglia sfruttare il fatto che, almeno negli Stati Uniti, la gente trascorre oltre 40 minuti al giorno su Facebook, per creare qualcosa di “unico”, su cui però non sono disponibili molte informazioni.
La crescita di Facebook Video, però, potrebbe portare Facebook ad investire in altre forme d'intrattenimento, come appunto quello musicale, un settore in cui la creatura di Zuckerberg si è già esposta tramite una partnership siglata con Spotify per spingerne il lancio negli Stati Uniti, attraverso dei pulsante nelle pagine degli artisti.
Con Amazon, Apple, Google e Microsoft che stanno offrendo da tempo i rispettivi servizi musicali, Facebook potrebbe essere pressoché costretta a rispondere alla concorrenza per evitare di restare dietro e giocare un ruolo importante in un mercato che è in continua crescita ed espansione. 

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0