Anche Intel crede nella ricarica wireless

di

La ricarica wireless si sta sempre più affermando sul mercato, e le soluzioni disponibili vanno aumentando sempre di più. I dispositivi mobili che godono di accessori o dotazione nativa per lo sfruttamento di questa particolare funzione sono in aumento e, a partire da oggi, l’Alliance for Wireless Power, si amplia, potendo contare su un nuovo ed importantissimo partner: Intel. Della A4WP fanno già parte grandi nomi come Samsung, LG, Qualcomm, Powermat, Broadcom e Sandisk, ma anche altre associazioni sono impegnate sul tema, tra cui la Power Matters Alliance, che conta su un numero di membri molti simile, mentre il Wireless Power Consortium conta il triplo degli associati.

L'idea di base della A4WP è quella di sviluppare "flexible wireless power" per il settore mobile, sfruttando la ricarica tramite risonanza magnetica e non l'induzione magnetica wireless adottata già da Qi e Power 2.0; entrambe le soluzioni presentano sia lati positivi che negativi: la risonanza magnetica gode di un campo più ampio, e la possibilità di ricarica a distanza maggiore e diretta di più device, mentre l'induzione magnetica produce, secondo alcuni esperti, un campo più intenso, in grado di ricaricare in maniera più rapida ma non un raggio più corto. Intel è intenzionata a perseguire la strada dell'induzione magnetica insieme agli altri associati della A4WP, con l'obiettivo di espandere la tecnologia e portarla, in futuro, anche su soluzioni tablet e ultrabook. 

Quanto è interessante?
0