Anche Unicredit lascia Facebook per il caso Cambridge Analytica

Anche Unicredit lascia Facebook per il caso Cambridge Analytica
di

Facebook perde un altro cliente. Unicredit, infatti, ha annunciato l'interruzione di ogni attività di pubblicità e marketing sul social network a seguito dello scandalo Cambridge Analytica che ha interessato milioni di profili provocando la chiusura della stessa società britannica. L'istituto finanziario in una nota sottolinea le questioni etiche.

L'amministratore delegato, Jean Pierre Mustier, in una nota afferma come “UniCredit ha interrotto ogni attività pubblicitaria e di marketing con Facebook a seguito dei recenti episodi e della reazione dell’azienda rispetto a essi", precisando poco dopo che "UniCredit prende molto seriamente le questioni etiche".

"Noi non dividiamo i nostri dati con altri" continua Mustier, il quale ha voluto sottolineare che Unicredit prende "le questioni di business ed etica molto seriamente e abbiamo interrotto ogni interazione con Facebook perché non riteniamo che Facebook si stia comportando in modo appropriato ed etico. Unicredit come gruppo non sta utilizzando Facebook per ordine del ceo e non lo utilizzerà fino a quando non avrà un comportamento etico appropriat".

Una presa di posizione molto dura, ma non definitiva, dal momento che proprio nell'ultima parte del comunicato il CEO ha lasciato in parte una porta aperta a Facebook in futuro. La domanda che tutti si fanno però è se Zuckerberg riuscirà a porre in essere i rimedi richiesti.

Quanto è interessante?
4

Alla ricerca di consigli di stile? Acquista The Blond Salad su Amazon, il libro della fashion blogger più popolare e apprezzata.