Android: dalla Cina arriva un firmware che ha infettato 10 milioni di smartphone

di

Il malware di Android, Hummingbad, avrebbe già infettato 10 milioni di dispositivi Android ad oggi. Il virus è stato scoperto lo scorso mese di febbraio dalla società di sicurezza Check Point, ed i ricercatori l'hanno subito legato a Yingmob, una società pubblica cinese.

Una volta che il malware infetta il dispositivo, stabilisce un rootkit sugli smartphone Android dando ai malviventi il pieno controllo amministrativo. Hummingbad genera fino a 300.000 Dollari al mese di entrate attraverso app fraudolente ed annunci pubblicitari. Ecco perchè Check Point lo descrive come un esempio di come le aziende del genere siano in grado di sostenersi autonomamente.
Incoraggiato da questa indipendenza, Yingmob e gruppi come esso possono concentrarsi sull'affinare le loro abilità, che consentirebbero alle compagnie di malware di prendere nuove direzioni. Ad esempio, i gruppi possono unire le risorse del dispositivo per creare botnet potenti, e database di dispositivi su cui condurre attacchi altamente mirati, il tutto generando dei flussi di entrate elevatissimi” affermano i ricercatori.
Yingmob controlla oltre 85 milioni di dispositivi a livello globale, e l'azienda è anche in grado di vendere l'accesso ai dispositivi infetti, insieme alle informazioni sensibili. La maggior parte delle vittime sono state localizzate in Cina ed India, in cui sono stati infettati 1,6 e 1,3 milioni di utenti.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0