Android Honeycomb non richiede un processore dual-core

di

Arriva da Dan Morrill, sviluppatore del sistema operativo Android, la smentita alle indiscrezioni che vedevano Honeycomb richiedere un processore dual-core per poter essere istallato sui dispositivi mobile.

Un manager di una nota azienda di elettronica sud-coreana aveva asserito che la nuova versione della piattaforma Google era esclusiva dei dispositivi con chip dual core, evenienza che avrebbe tagliato fuori dall'upgrade tutti i device già presenti sul mercato.

Attraverso il suo account Twitter, Morrill ha confermato che per Android 3.0 non ci saranno particolari requisiti minimi. Un sospiro di sollievo quindi per tutti gli utenti che hanno un Tablet Android come il Galaxy Tab, che potrà quindi teoricamente ricevere l'aggiornamento.

FONTE: Twitter
Quanto è interessante?
0