Android P: Google lancia il programma Beta, ecco tutte le novità

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Google ha ufficialmente annunciato sul palco dell'edizione 2018 dell'evento I/O il programma Beta relativo alla prossima versione del suo sistema operativo mobile: Android P. Le novità sono parecchie, a iniziare dai dispositivi coinvolti: non solo Pixel, ma anche smartphone di brand come Nokia, Xiaomi, Vivo, OnePlus, Sony, Essential e Oppo.

Per tutte le informazioni del caso e l'iscrizione al programma Beta, vi invitiamo a seguire questo link. La Beta inizia oggi. Le nuove funzionalità mostrate sul palco si focalizzano principalmente sull'intelligenza artificiale e sul risparmio della batteria. In particolare, verrà introdotta una nuova funzionalità denominata "Adaptive Battery" che secondo Google aumenterà l'autonomia dei nostri smartphone di circa il 30%. Non mancano poi i "consigli delle azioni", che ci consentiranno, ad esempio, di contattare più velocemente un amico con cui messaggiamo spesso. Ci sono poi altre novità per gli sviluppatori, che potranno ora implementare più semplicemente i propri contenuti in altre applicazioni, nonché utilizzare al meglio le funzionalità legate al machine learning.

Una delle novità più importanti è sicuramente la nuova UI con un "sistema di navigazione" ridisegnato. In particolare, troviamo un singolo pulsante software posto in basso, con il tasto "indietro" che apparirà solamente all'occorrenza. Il tutto sarà utilizzabile interamente tramite gesture. Con uno swipe in su si accederà alle app usate di recente, mentre con un ulteriore swipe nella stessa direzione si accederà all'app drawer. E' stata anche aumentata la dimensione delle icone, per rendere maggiormente leggibile il testo al loro interno. Semplificato anche il sistema di gestione del volume. Altra funzionalità interessante è la nuova dashboard che vi mostrerà come avete utilizzato lo smartphone, con tanto di statistiche dettagliate (come quante notifiche avete ricevuto). Non manca un "timer" che ci permette di limitare l'utilizzo di una determinata app. Presente anche la "Wind Mode", che mette visualizza l'immagine in una scala di grigi e rende lo smartphone meno invitante da utilizzare, in modo da convincerci a "staccare", sempre nell'ottica del Digital Wellbeing. Interessante anche il fatto che la funzionalità "Non disturbare" possa essere attivata semplicemente posando lo smartphone sottosopra su una superficie.

Ecco quanto dichiarato dalla società californiana in merito: "Il Programma Android Beta ti consente di provare facilmente versioni pre-release di Android e/o Wear OS by Google, nonché le nostre nuove funzioni. Il tuo feedback ci consente di identificare e risolvere problemi, nonché di migliorare ulteriormente la piattaforma. I dispositivi registrati riceveranno automaticamente aggiornamenti dell'ultima versione beta di Android o Wear OS by Google".

FONTE: Google
Quanto è interessante?
2

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it

Android P: Google lancia il programma Beta, ecco tutte le novità