Quanti sono gli anelli di Saturno? Come sono fatti? La risposta vi stupirà

Quanti sono gli anelli di Saturno? Come sono fatti? La risposta vi stupirà
di

I pianeti del Sistema Solare sono una popolazione piuttosto eterogenea, e questa è una gran fortuna per noi umani dal momento che possiamo studiare vari tipi di pianeti senza faticare troppo. Tra quelli più affascinanti vi è sicuramente Saturno, con i suoi spettacolari e misteriosi anelli.

Di recente vi abbiamo parlato di Giove e di alcune sue caratteristiche da capogiro e , dopo la nostra disamina, ci sembrava ingiusto lasciare indietro il pianeta probabilmente più spettacolare di tutto il Sistema Solare: Saturno, cioè il secondo peso massimo del nostro vicinato cosmico, anche conosciuto come "Il Signore Degli Anelli".

Non è un segreto del perché gli sia stato dato questo soprannome, dal momento che possiede un numero sconfinato di anelli, talmente estesi e riflettenti da essere perfettamente visibili anche dalla Terra dopo essersi minuti di un discreto binocolo o telescopio. Volete sapere quanti sono e come sono fatti? Vi accontentiamo subito, anche se la risposta potrebbe non essere quella che speravate.

Se stavate cercando un numero biblico che identifichi il numero di anelli di Saturno, purtroppo rimarrete delusi, ma per una motivazione ben precisa: gli anelli sono stati suddivisi in 7 macro aree, che tutt'ora gli astronomi e gli appassionati utilizzano come nomenclatura ufficiale, ma il numero preciso è ad oggi incalcolabile.

Ogni "grande anello" - se osservato più da vicino - si scopre essere formato a sua volta da migliaia di formazioni più piccole, quelle che gli scienziati chiamano "ringlets" (che tradotto letteralmente significa "boccoli" o "riccioli"). Nonostante il passaggio ravvicinato di sonde come Cassini o Juno, non è facile quantizzare l'esatto numero di tali striature, anche perché alcune sono composte da frammenti non più grandi di un bicchiere o di un comodino, e diventa complesso anche definire cosa è "anello" e cosa no.

I grandi anelli son stati classificati nel corso dei secoli con le lettere dell'alfabeto man mano che venivano scoperti (da A ad G), e si calcola che sono posizionati a circa 6600 km dalla superficie di Saturno e si estendono fino a 120.000 km di quota.

Grazie alla missioni esplorative del passato abbiamo avuto anche la possibilità di misurarne lo spessore, che è incredibilmente ristretto: in media i sette anelli non superano i 10m. Al contrario di quello che si potrebbe pensare però, gli anelli non sono perfettamente piatti, ma spesso si riscontrano delle leggere protuberanze, causate dall'agglomerazione di diverse strutture. Queste formazioni possono estendersi anche per 4km "sopra" o "sotto" il piano degli anelli, formando delle vere e proprie "montagne".

Sappiamo che gli anelli sono composti per lo più da ghiaccio, polvere e silicati, ma la loro origine è ancora incerta: si pensa siano resti del "disavanzo" planetario quando si è formato Saturno con le sue lune, oppure potrebbero essere il residuo di uno scontro tra il gigante gassoso e un cometa particolarmente grande. Una buona dose di mistero aleggia anche sul perché gli anelli siano divisi proprio in quel modo, e perché esistano le "divisioni".

Come possiamo vedere, Saturno è davvero il pianeta più affascinante del Sistema Solare, e ha ancora tantissimo da insegnarci.

Quanto è interessante?
3
Quanti sono gli anelli di Saturno? Come sono fatti? La risposta vi stupirà