Anonplus attacca il sito della Siae: rubati 4 gigabyte di dati

Anonplus attacca il sito della Siae: rubati 4 gigabyte di dati
di

Periodo convulso per i siti governativi, dopo gli attacchi di Anonymous. Nella serata di ieri il gruppo Anonplus, ha annunciato di aver hackerato il sito web e server della SIAE, a cui ha cambiato le credenziali di accesso ed inserito il proprio logo in home.

Nel corso dell'attacco, Anonplus ha trafugato circa 4 gigabyte di dati (3,37 Gigabyte per la precisione) da tre server, alcuni dei quali anche all'estero.

Nella rivendicazione gli hacktivisti hanno fatto sapere di aver portato avanti l'azione in segno di protesta nei confronti della gestione SIAE delle opere d'ingegno a loro affidate in questi anni dai creativi italiani. L'annuncio arriva a qualche giorno di distanza dalla delibera dell'AGCOM che ha condannato la SIAE per abuso di posizione dominante.

Non è la prima volta che Anonplus effettua attacchi di questo genere: gli hacker in passato sono stati responsabili per le azioni contro il Partito Democratico, Il Giornale ed il segretario della Lega Matteo Salvini, a cui aveva anche sottratto il contenuto delle conversazioni Telegram. Il collettivo è noto anche per gli attacchi a società informatiche come Norton e Symantec, ma negli ultimi tempi sono state registrate azioni anche in Russia e Spagna, oltre che il sito web del Parlamento dell'Idaho negli Stati Uniti.

Quanto è interessante?
8

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it