Anonymous aggira la censura in Russia: un portale per inviare SMS ai cittadini russi

Anonymous aggira la censura in Russia: un portale per inviare SMS ai cittadini russi
di

Anonymous continua la controffensiva contro la Russia. A poche ore dalla notizia in cui abbiamo parlato dell’hacking di Anonymous alle TV di Stato, giunge notizia che il collettivo ha messo in campo un'altra iniziativa per aggirare la censura russa messa in campo dal governo.

Nell’ambito della strategia del gruppo che mira a diffondere informazioni sull’invasione della Russia in Ucraina ai cittadini russi, infatti, Anonymous ha annunciato il lancio di un portale ad hoc che consente di mandare SMS ai numeri di telefono residenti in Russia per informare coloro che ne sono all’oscuro di ciò che sta accadendo nella nazione europea.

Il portale si può raggiungere attraverso questo indirizzo ed include anche dei testi standard, che sono molto utili per coloro che non conoscono la lingua russa. “Cari russi, i vostri media sono stati censurati. Il Cremlino sta mentendo. Migliaia di vostri soldati e fratelli ucraini stanno morendo in Ucraina. Scopri la verità sul web libero e sull’app Telegram. È ora di rovesciare il dittatore Putin!” si legge in uno dei messaggi di default, che vengono ovviamente riportati in lingua russa per essere maggiormente comprensibili.

Il sistema Squad303 consente di inviare messaggi di testo, direttamente dal proprio smartphone, ai numeri di telefono russi selezionati casualmente: basta copiare il numero ed il testo, ed incollarlo nella propria app di messaggistica ed il gioco è fatto. Secondo quanto riportato dall’account AnonymousUk2022, sarebbero già stati inviati 3 milioni di SMS.

Quanto è interessante?
6