Anonymous, altro attacco a TV e radio russe: in rete 900mila mail e 4mila file

Anonymous, altro attacco a TV e radio russe: in rete 900mila mail e 4mila file
di

Non si placa la controffensiva di Anonymous contro la Russia ed il presidente Vladimir Putin. Proprio nella giornata di ieri su queste pagine abbiamo pubblicato la notizia della pubblicazione dei dati di 120mila soldati russi impegnati in Ucraina, ma oggi il gruppo di hacktivisti alza il tiro.

Come indicato direttamente in un post pubblicato sul sito web di Anonymous, il collettivo ha hackerato VGTRK (Vserossijskaja gosudarstvennaja televizionnaja i radioveščatelnaja kompanija), vale a dire l’azienda pubblica russa che si occupa della teleradiodiffusione, che gestisce cinque stazioni televisive nazionali, due reti internazionali, cinque stazioni radio ed oltre 80 reti televisive e radiofoniche regionali.

L’archivio, che può essere scaricato tramite Torrent attraverso il sito dedicato, è stato pubblicato per la prima volta su DDSecrets ed è grande circa 800 gigabyte. Al suo interno sono contenuti file degli ultimi 20 anni, tra cui 900mila mail e 4mila documenti, anche riservati.

Anonymous ha sferrato l’attacco in quanto vede VGTRK come complice del Governo Putin che ha adottato una serie di misure di censura nei confronti dei media occidentali. Nel bollettino, gli stessi hacktivisti sottolineano che il Governo Russo ha dichiarato “VGTRK essenziale per la asicurezza dello Stato”.

Qualche giorno fa, Anonymous ha anche hackerato la Banca Centrale Russa ed ha pubblicato 35mila file.

Quanto è interessante?
5