Anonymous hackera il social network russo Vkontakte: pubblicati messaggi sulla guerra

Anonymous hackera il social network russo Vkontakte: pubblicati messaggi sulla guerra
di

Mentre alcuni documenti sembrano aver confermato che il gruppo di hacker Conti sta aiutando Putin, continua la controffensiva di Anonymous contro il presidente della Federazione Russa. Questa volta, a finire sotto attacco è stato il social network russo Vkontakte, che è il più popolare ed utilizzato nel paese.

Obiettivo di questo nuovo web-raid è ancora una volta mettere al corrente i cittadini russi di ciò che sta avvenendo in Ucraina, ed aggirare la censura imposta da Putin. Direttamente dall’account ufficiale di Vk, infatti, sono partiti una serie di messaggi che parlano della guerra che sta portando avanti l’esercito russo.

L’esercito russo ha distrutto molte città pacifiche ed infrastrutture civili in Ucraina. Sono rimasti feriti decine di migliaia di civili e più di 5mila persone (di cui 100 bambini) sono morti” si legge in uno dei messaggi pubblicati in cui si smentisce anche il racconto che Putin ha proposto alla sua folla nell’evento di venerdì. “Nessuno dei compiti prefissati dall’esercito è stato completato: centinaia di unità militari sono state distrutte e migliaia di soldati sono stati feriti: 560 sono prigionieri e più di 11mila sono morti in Ucraina” continua il messaggio, condito da video di Putin.

Qualche giorno fa, Anonymous ha hackerato le webcam in Russia per inviare messaggi contro Putin e la guerra.

Quanto è interessante?
4