Anonymous, messaggio all'Italia e Killnet: "pagano per avere i dati e spacciarli per loro"

di

A pochi giorni dall’intervista concessa da Anonymous a Killnet, il gruppo di hacktivisti si è nuovamente rivolto al popolo italiano con un video messaggio pubblicato direttamente su un account YouTube dove ha fatto il punto su quanto avvenuto negli ultimi tempi.

La discussione si fonda sui recenti attacchi di Killnet all’Italia, che secondo Anonymous hanno provocato un “eccessivo allarmismo ed attenzione da parte dei media nei confronti del gruppo isolato Killnet”. Nel messaggio, la voce robotica chiede ai giornalisti di non dare “fama o gloria ingiustificata” al gruppo di hacker filorusso” in quanto si tratta di un “gruppo di ragazzi di 20 anni coordinati da una persona più adulta”.

Ci risulta che questo gruppo paghi società specializzate nella raccolta dati per poi spacciarli per loro. In alcune conversazioni Telegram hanno anche venduto oggetti insignificanti come anelli per raccogliere fondi. Questo dimostra quanto non siano maturi e non finanziati” continua il messaggio, che si rivolge anche alla così detta “rete Z”, composta secondo le indagini effettuate dagli hacktivisti da 112 account (creati da un anno) che fungono da supporter di tutti gli Z d’Italia ed una rete di 1540 account simpatizzanti della Z e provenienti da Spagna e Sud America. “Il loro obiettivo è fare disinformazione, e condividiamo questi dati per tenerli sotto controllo” continua il messaggio.

Il messaggio si rivolge anche all’Italia: le strutture italiane sono vulnerabili all’86%, ma nonostante ciò gli attacchi messi a segno da Killnet e Legion non hanno causato danni in termini di dati estrapolati.

Quanto è interessante?
3