Anonymous sui problemi al sito dell'INPS: "Incapaci. Avete fatto tutto da soli"

Anonymous sui problemi al sito dell'INPS: 'Incapaci. Avete fatto tutto da soli'
di

La giornata di ieri è stata caratterizzata dai problemi al sito dell'INPS, nel giorno in cui il Governo ha dato il via alle richieste per il bonus da 600 Euro stanziato nel DL Cura Italia. Per larghi tratti il portale è risultato inaccessibile, e solo nel pomeriggio è stato confermato un attacco hacker. Anonymous però si è tagliata fuori.

In un tweet inviato nella serata di ieri, il gruppo di hacktivisti italiani ha affermato che "vorremmo prenderci il merito di aver buttato giù il vostro sito, ma la verità è che siete talmente incapace che avete fatto tutto da soli, togliendoci il divertimento".

Il messaggio è condita da un'immagina chiaramente ironica in cui però Anonymous allontana l'ipotesi di un attacco informatico, che invece è stato confermato dal presidente Tridico. Secondo Anonymous, infatti, "non è stato un attacco hacker a mettere in ginocchio il portale dell'INPS, ma bensì l'incapacità dell'attuale incaricato alla protezione dei dati".

Tra i problemi più gravi di ieri infatti ne è stato segnalato uno che permetteva ai contribuenti di accedere ai dati di altri cittadini quando tentavano di fare il login, in maniera totalmente casuale. Sulla questione è intervenuto anche il Garante della Privacy, Antonello Soro, che ha invitato l'INPS a prendere tutte le misure necessarie per proteggere la riservatezza degli utenti.

Quanto è interessante?
9