Anonymous fa sul serio: pubblicati 28Gb di file segreti della Banca Centrale della Russia

Anonymous fa sul serio: pubblicati 28Gb di file segreti della Banca Centrale della Russia
di

Qualche giorno fa Anonymous aveva annunciato di aver hackerato la Banca Centrale Russa, promettendo la pubblicazione di 35mila file nel giro di 48 ore, inclusi documenti riservati su accordi segreti stilati dai clienti. Ebbene, il collettivo ha mantenuto la promessa ed oggi ha annunciato la pubblicazione di un archivio da 28 gigabyte.

La notizia è stata pubblicata dal quotidiano ucraino KyivPost, ed è stata ripresa anche dall’account ufficiale Twitter di Anonymous. Il primo dump includerà i dati interni sugli accordi della banca, ma anche la corrispondenza, i trasferimenti di denaro, informazioni sugli agenti ed i partner commerciali all’estero.

I file includono anche informazioni riservate sui rapporti finanziari degli oligarchi con la Banca Centrale della Federazione Russa, ma anche informazioni più accurate sulle riserve economiche dello stato, che il Cremlino tiene nascoste. A quanto pare, il dump consentirà anche di ottenere informazioni aggiuntive sugli accordi commerciali internazionali segreti ed altro.

Anonymous ha inviato un messaggio diretto al presidente russo Vladimir Putin, oggetto dalle prime ore dell’invasione in Ucraina di messaggi più o meno diretti: “Vladimir Putin, nessun segreto è al sicuro, siamo ovunque, siamo nel tuo palazzo, siamo dove mangi, siamo al tuo tavolo, siamo nella stanza dove dormi”.

Qualche giorno fa, Anonymous si era scagliata contro le società ancora attive in Russia.

FONTE: KyivPost
Quanto è interessante?
7