Anonymous viola le stampanti militari in Russia e stampa messaggi contro Putin

Anonymous viola le stampanti militari in Russia e stampa messaggi contro Putin
di

Mentre il sistema d’invio degli SMS di Anonymous registra numeri da record, con oltre 7 milioni di messaggi inviati ai russi, il gruppo di hacktivisti continua la sua controffensiva contro la Russia ed il presidente Vladimir Putin.

Questa volta il protagonista è GhostSec, un gruppo di hacker che fa parte di Anonymous, il quale attraverso una rivendicazione ha annunciato di aver violato le stampanti militari della Russia per diffondere un messaggio molto chiaro.

Questa non è la tua guerra, ma del tuo governo. Mentiamo a fratelli e sorelle. I soldati di alcune unità militari pensano di eseguire attività di formazione, ma quando raggiungono il loro obiettivo, vengono accolti da ucraini che vogliono vendicarsi per la distruzione della loro terra portata avanti dai burattini di Putin” si legge nel messaggio. A quanto pare GhostSec è riuscita ad avviare da remoto la stampa di questo messaggio, che è finita sulle scrivanie dell’esercito.

La scorsa settima Anonymous aveva messo nel mirino le webcam in Russia, per aggirare la propaganda e la censura del presidente Putin che ha messo in campo per tenere all’oscuro i propri cittadini di ciò che sta avvenendo in Europa. E’ chiaro che l’obiettivo sia sempre l’inquilino del Cremlino, responsabile dell'invasione in Ucraina.

Quanto è interessante?
8