Questa antica miniera venne scavata 12.000 anni fa per l'estrazione dell'Ocra

Questa antica miniera venne scavata 12.000 anni fa per l'estrazione dell'Ocra
di

All'interno di una grotta sottomarina lungo la penisola dello Yucatán, in Messico, sono stati trovati reperti archeologici diversi da quelli conosciuti in altri parti del globo. Questa vasta rete di caverne racchiude diversi tesori Maya ma, come mostra una nuova scoperta, sono presenti antichi manufatti risalenti a molto prima.

Gli scienziati riportano la scoperta di quella che potrebbe essere la più antica miniera conosciuta nelle Americhe, risalente a 12.000 anni fa. Sono state trovate anche delle chiare prove dell'estrazione dell'ocra avvenuta migliaia di anni fa. È noto da tempo, infatti, che le grotte in questa regione contengono i resti scheletrici di antichi popoli che abitavano le caverne migliaia di anni fa (circa 12000 - 10.000 anni fa), quando il livello del mare permetteva agli esseri umani di viverci.

"Il paesaggio della grotta è stato notevolmente modificato, il che ci porta a credere che gli umani preistorici abbiano estratto tonnellate di ocra, forse accendendo anche pozzi di fuoco per illuminare lo spazio", afferma il sub e l'archeologo Fred Devos del Research Centre of the Quintana Roo Aquifer System (CINDAQ).

Il team ha trovato una serie di prove di attività minerarie preistoriche, tra cui strumenti per scavare, indicatori di navigazione e antichi falò. Una cosa è certa: gli uomini di queste zone devono aver impiegato un coraggio inimmaginabile per scavare per centinaia di metri in queste caverne inospitali, armati solo con torce e strumenti di scavo rudimentali. Una scoperta che sottolinea anche l'importanza dell'ocra per questi antichi popoli preistorici.

Quanto è interessante?
3
Mondo anticoMondo antico