Un antico altare con un serpente è stato portato alla luce in Turchia

Un antico altare con un serpente è stato portato alla luce in Turchia
di

A Patara, una città marittima della Turchia, gli archeologi hanno portato alla luce un altare di 2.000 anni fa inciso con un serpente decorativo a spirale. Questa - nonostante il serpente sia il simbolo di molte culture passate - è la prima scoperta del suo genere in questo luogo.

La città prende il nome da Pataro, il suo fondatore mitologico e figlio del dio greco Apollo. Secondo Greek Reporter, la città turca è stata governata da diversi imperatori nel corso della sua lunga e tortuosa storia, addirittura prima di entrare a far parte dell'Impero Romano era un'alleanza di città-stato greche.

L'altare del serpente risale a quando la città si trovava sotto il dominio romano. I ricercatori sono certi che il simbolo sia legato al culto religioso degli dei sotterranei associati all'agricoltura. Il manufatto cilindrico è in ottime condizioni e il serpente è stato scolpito per avvolgersi verso l'alto attorno all'altare, con lettere greche incise accanto al suo corpo.

Sopra l'altare veniva offerto del cibo, vari tipi di pane e carne, con una convinzione punitiva che gli dei insoddisfatti potessero causare disastri ambientali. Il team ha scoperto l'altare del serpente durante gli scavi vicino alle mura romane e ai bagni di Patara. Non è ancora noto pubblicamente cosa significhi l'iscrizione presente sull'altare.

Sicuramente, altre informazioni verranno aggiunte in futuro.

Quanto è interessante?
3
Un antico altare con un serpente è stato portato alla luce in Turchia