Apple conferma il calo delle vendite di iPhone: 77,3 milioni di unità vendute

di

Quelle che erano analisi e previsioni, sono state confermate da Apple la scorsa notte, in occasione dell'annuncio dei risultati finanziari del terzo trimestre dell'anno scorso, nel corso del quale il gigante di Cupertino ha venduto 77,3 milioni di iPhone, in calo dell'1 per cento rispetto ai 78,3 milioni dell'anno precedente.

Crescono invece inaspettatamente le vendite di iPad, dell'1 per cento. La società di Tim Cook ha infatti annunciato di aver venduto 13,2 milioni di tablet, rispetto ai 13,1 milioni dello stesso periodo del 2016.

Calo invece per i Mac, le cui vendite sono crollate del 5 per cento a 5,1 milioni rispetto ai 5,37 milioni del Q3 2016.

La società però ha battuto le aspettative degli analisti sul fatturato, generando ricavi per 88.3 miliardi di Dollari, in crescita dai 78,3 milioni dello stesso periodo del 2016.

Il CEO Tim Cook, nel comunicato diffuso ha definito quello che si è concluso "il più grande trimestre nella storia di Apple", ed ha anche affermato che "l'iPhone X ha battuto le nostre aspettative ed è stato il nostro iPhone più venduto da novembre".

Cook ha anche annunciato che nel mese di gennaio i dispositivi attivi di Apple hanno toccato quota 1,3 miliardi a livello mondiale, "in aumento del 30 per cento in soli due anni, a dimostrazione della popolarità dei nostri prodotti e la fedeltà dei nostri clienti".

Il CFO Luca Maestri sostiene che "il flusso di cassa operativo è stato molto forte e si aggira sui 28,3 miliardi di Dollari. Ai nostri investitori abbiamo restituito 14,5 miliardi di Dollari grazie al programma di ritorno dei capitali".

Per il secondo trimestre dell'anno, Apple prevede ricavi tra 60 e 62 miliardi di Dollari, margine lordo tra il 38 ed il 38,5 per cento e spese di gestione tra 7,6 e 7,7 miliardi di Dollari.

Quanto è interessante?
4