Le API per il contact tracing di Google ed Apple debutteranno la prossima settimana

Le API per il contact tracing di Google ed Apple debutteranno la prossima settimana
di

La prima versione delle API di Apple e Google per il contact tracing del Coronavirus sarà disponibile per gli sviluppatori a partire dalla prossima settimana. La notizia sarebbe stata confermata dall'amministratore delegato di Apple, Tim Cook, al commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton.

Parlando con Les Echos, Breton ha confermato che l'amministratore delegato di Apple gli ha comunicato che le API saranno a disposizione di sviluppatori ed autorità sanitarie a partire dal 28 Aprile. In questo modo sarà possibile effettuare l'integrazione in tempo per le riaperture.

Apple e Google hanno siglato una partnership che prevede la creazione di un sistema univoco compatibile sia con iOS ed Android per tracciare i contatti delle persone positive al Coronavirus tramite Bluetooth LE. Nel lungo comunicato le due aziende hanno sottolineato che la scelta è ricaduta sul Bluetooth LE e non sul GPS in quanto non traccia la posizione delle persone, ma si limita a raccogliere il segnale degli smartphone vicini ogni cinque minuti, scambiando dei pacchetti e generando codici univoci.

La seconda parte del piano prevede la distribuzione di un aggiornamento per Android ed iOS che permetterà di attivare il contact tracing a livello di sistema operativo attraverso un'apposita opzione. Ciò ovviamente non escluderà le applicazione delle autorità locali.

L'app Immuni del Governo Italiano si baserà sul modello di Apple e Google, decentralizzato, allo scopo di proteggere la privacy degli utenti.

FONTE: Techcrunch
Quanto è interessante?
2