Study the Great Nation: l'app più scaricata in Cina nasconde una backdoor del Governo

Study the Great Nation: l'app più scaricata in Cina nasconde una backdoor del Governo
di

Alcuni ricercatori informatici sostengono che il Partito Comunista abbia ottenuto pieno accesso agli smartphone di almeno 100 milioni di cinesi grazie ad un'app su Xi Jinping. L'app è stata spinta grazie al famigerato sistema di social credit del regime: "la usi? Guadagni punti. Non la usi? E perché no? Sembra proprio un comportamento antisociale."

Si tratta dell'app ufficiale del Partito comunista cinese "Study the Great Nation". I ricercatori di Cure 53 hanno scoperto una backdoor all'interno dell'app: il Governo in questo modo avrebbe avuto pieno accesso e controllo sugli smartphone di oltre 100 milioni di cittadini.

"Study the Great Nation" è l'app più scaricata in Cina. Ebbene sì, ha perfino più download di TikTok (anzi, di Douyin). Questo per due ragioni, la prima, come raccontava Business Insider, è il fatto che l'app permetteva di ottenere social credit rispondendo a quiz sulla Cina, la sua storia, la sua politica e le sue leggi. La seconda è che l'uso dell'app è semplicemente obbligatorio per tutti i politici, i funzionari pubblici e i giornalisti del Paese.

Avete capito? La Cina in una mossa si è aggiudicata il controllo totale sulla vita privata di possibili nemici interni.

"È evidente e innegabile che l'app che abbiamo esaminato sia in grado di collezionare e gestire un'enorme quantità di dati molto specifici", si legge nel report dei ricercatori. L'app riuscirebbe a rendere anche più blandi eventuali meccanismi di crittografia, rendendo più semplice per il Governo monitorare i suoi cittadini.

I ricercatori spiegano di non avere prova che questo enorme potere sia stato effettivamente usato dal Governo, ma sottolineano come il semplice fatto che l'app richieda accesso a tutte queste informazioni e privilegi di sistema sia un fatto allarmante.

FONTE: BBC
Quanto è interessante?
3