App Store: sviluppatore mostra come viene ingannato il sistema

App Store: sviluppatore mostra come viene ingannato il sistema
di

Nell'immaginario comune, l'App Store di Apple, il negozio digitale da cui è possibile reperire ogni genere di software, è un luogo virtuale ben curato e lontano dai problemi. Tuttavia, chiunque abbia un minimo di dimestichezza con l'argomento sa bene che in realtà ogni servizio deve scontrarsi con i malintenzionati.

Ebbene, stando anche a quanto riportato da 9to5Mac, in questi giorni ci ha pensato lo sviluppatore Kosta Eleftheriou a ricordarlo mediante alcuni tweet. Infatti, il developer ha messo in luce un metodo utilizzato da alcuni malintenzionati per ingannare i controlli dell'App Store. In parole povere, alcuni sviluppatori sembrano utilizzare dei servizi a pagamento di terze parti per acquistare recensioni positive.

Eleftheriou ha consigliato di dare un'occhiata a questa pagina su Quora, in cui alcuni developer conversano tra di loro in merito all'argomento. Quello che emerge è che esistono miriadi di realtà che offrono recensioni positive per le applicazioni presenti sull'App Store, a volte anche a prezzi relativamente bassi. Ma in che modo i malintenzionati riescono ad aggirare i sistemi di Apple? A quanto pare, la società di Cupertino riesce a rilevare rapidamente l'uso di bot, ma risulta più difficile fare qualcosa quando a pubblicare le recensioni sono utenti reali.

Probabilmente avrete già capito il punto: sembra proprio che esistano delle aziende "specializzate" in questo tipo di attività, che riescono a volte a "eludere" i controlli del negozio digitale di Apple. Il modo in cui fanno questo non è del tutto chiaro, ma sembra che ci sia di mezzo persino l'acquisto di installazioni, così da far sembrare tutto più "naturale" e farle andare di pari passo con le recensioni.

Quel che è certo è che alcuni di questi malintenzionati riescono in questo modo a creare situazioni spiacevoli. In particolare, Eleftheriou fa riferimento al fatto che in genere Apple riesce a scovare questi sistemi, ma potrebbero volerci anni (basti pensare anche al numero di app presenti). Lo sviluppatore ha dunque fatto un esempio pratico, spiegando che una specifica applicazione avrebbe utilizzato questo inganno per farsi considerare per bene dall'App Store, riuscendo a fare profitti che secondo Kosta ammontano a oltre due milioni di dollari in circa tre anni.

FONTE: 9to5Mac
Quanto è interessante?
1
App Store: sviluppatore mostra come viene ingannato il sistema