Le app "torcia" di Android chiedono un numero inspiegabilmente alto di autorizzazioni

Le app 'torcia' di Android chiedono un numero inspiegabilmente alto di autorizzazioni
di

Usare il flash del proprio smartphone come torcia è comodissimo, ed è una feature praticamente imprescindibile. Ma se vi dicessimo che il prezzo per avere la torcia sul vostro smartphone è salatissimo? Non in termini di soldi, ma di privacy.

Chiariamoci, la possibilità di usare il flash come una torcia è ormai presente in pressoché ogni device. Eppure esistono comunque molte app terze parti che offrono questo servizio, magari con qualche possibilità in più (led lampeggiante, codice morse ecc.). Avast ha analizzato quasi 1.000 app torcia presenti sul Play Store. Il risultato del loro studio non è incoraggiante.

Moltissime app, per una funzione così basica, pretendono di avere accesso ad un numero sproporzionato e davvero ingiustificabile di informazioni. Perché un'app di questo tipo vuole, ad esempio, poter guardare nella rubrica dell'utente o sapere sempre dove si trova, sfruttando il GPS?

408 app richiedono 10 autorizzazioni o meno, il che può avere senso (anche perché sono gratis, e quindi si paga in dati). Ma sono ben 262 le app che vogliono ricevere oltre 50 autorizzazioni per funzionare. I casi più eclatanti sono dati da due app che richiedono addirittura 77 permessi per funzionare, mentre altri 3 ne vogliono 76. Non è semplicemente accettabile.

Trovate la lista delle app più aggressive tra quelle analizzate nel link in fonte.

FONTE: ZDNET
Quanto è interessante?
3