Apple accusata di omofobia [Aggiornata]

di

Apple è stata accusata di omofobia dopo il via libera alla pubblicazione su Itunes di un applicazione che si ripromette di "guarire" i gay "dal male che li affligge". Tale applicazione è stata sviluppata da Exodus International , un organizzazione religiosa estremista di stampo cristiano. Subito è partita una petizione online che, nel giro di qualche giorno, ha raggiunto circa 80.000 adesioni. Tale petizione, rivolta ai vertici della Apple, si prefigge l'obbiettivo della rimozione dallo store dell' "ex-gay app". Non solo l'app è stata pubblicata, ma oltretutto ha ricevuto un 4+ di raiting dalla Mela (in questa categoria sono presenti tutte quelle applicazioni prive di contenuti discutibili, quindi rivolte a tutti). La denuncia arriva anche dalla Truth Wins Out, associazione che tutela i diritti dei gay, che ,oltre a criticare la validità scientifica della terapia proposta da Exodus, condanna la stessa organizzazione religiosa in quanto istigatrice all'intolleranza e colpevole di recare danni all'autostima e alla salute mentale degli omosessuali. Non è la prima volta che l'azienda di Steve Jobs viene accusata di omofobia, infatti fu costretta, tempo fa, a rimuovere "Manahattan Declaration": un' altra app dal contenuto analogo. 23/03/2011 Apple ha rimosso l'app dallo store. A questo punto ci si chiede se ci vogliano 150.000 firme perché ci si accorga che un'applicazione può essere non opportuna.

Quanto è interessante?
0