Apple: si allontana l'addio a Intel, alcuni Mac Pro del 2022 non avranno il chip M1

Apple: si allontana l'addio a Intel, alcuni Mac Pro del 2022 non avranno il chip M1
di

Due delle novità più attese della lineup di Apple per il 2022 sono l'iMac "Pro" da 27" e il nuovo Mac Pro con chip Apple Silicon, che secondo l'insider Mark Gurman dovrebbero essere entrambi in arrivo nel prossimo anno solare. A fornire informazioni sui due device è ora il portale MacRumors, specializzato in notizie e leak sulla casa di Cupertino.

Riguardo al nuovo iMac da 27", MacRumors cita un report del portale coreano DigiTimes, secondo il quale l'iMac Pro da 27" con schermo mini-LED sarebbe già in produzione, poiché i fornitori avrebbero iniziato nelle scorse settimane a spedire le proprie componenti direttamente ad Apple.

Tuttavia, DigiTimes riporta che le scorte del computer saranno limitate e il device uscirà a metà 2022 sul mercato. Secondo l'analista Ross Young, il device dovrebbe supportare il refresh rate a 120 Hz garantito dalla tecnologia ProMotion, mentre stando alle ultime indiscrezioni condivise dal leaker Dylandkt su Twitter il design del computer sarà molto simile a quello dell'iMac da 24" del 2021.

Ovviamente, il dispositivo sarà dotato di chip M1, probabilmente di un M1 Pro o di un M1 Max, attualmente in uso nei Macbook Pro lanciati pochi mesi fa. L'implementazione del chip M1 è praticamente scontata, visto che l'iMac 2021 è uno dei due dispositivi di casa Apple che ancora non hanno fatto il salto ai chip proprietari.

L'altro dispositivo in questione è il Mac Pro, che dovrebbe vedere a sua volta un refresh nel corso del 2022 ma che, secondo i report, dovrebbe continuare ad utilizzare dei chip Intel, come dimostra anche il fatto che Apple non abbia rescisso tutti i propri contratti con il produttore di Santa Clara.

Stando agli ultimi leak, il colosso di Cupertino starebbe lavorando a due Mac Pro, che dovrebbero uscire insieme ai nuovi Display Pro XDR di Apple, la cui release è programma per la prima metà del 2022. A quanto pare, i due Mac Pro del 2022 avranno caratteristiche completamente diverse l'uno dall'altro, a partire dal chipset: un modello sarà dotato di chip Intel, mentre l'altro avrà un processore M1. Ciò dovrebbe permettere ad Apple di farsi un'idea delle potenzialità del chip M1 e capire se esso riuscirà in futuro a sostituire le CPU Intel Xeon per le workstation.

D'altro canto, Per Mac Pro la potenza è tutto: il dispositivo viene utilizzato da fotografi, videomaker, animatori e persino dall'industria cinematografica di Hollywood, dunque una transizione ad un chip M1 potrebbe rivelarsi problematica sia per la casa di Cupertino che per l'intero settore del cinema digitale, poiché i chip M1 utilizzano un'architettura completamente diversa da quelli di Intel, su cui finora si sono basati i programmi utilizzati dai professionisti che si servono dei nuovi Mac.

Con ogni probabilità, la doppia pubblicazione del Mac con chip M1 e di quello con chip Intel servirà per addolcire la transizione verso un sistema con soli chip proprietari della Mela: per questo stesso motivo è stato creato Rosetta 2, un tool di conversione che traduce le app create per i Mac Intel-based in programmi funzionanti con i chip di Apple Silicon.

FONTE: MacRumors
Quanto è interessante?
3