Apple: le app di iPhone e iPad arrivano su Mac App Store; Programmi ARM

Apple: le app di iPhone e iPad arrivano su Mac App Store; Programmi ARM
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Giornata di grandi novità quella odierna per Apple, che è andata a ruota libera con gli annunci durante il keynote della WWDC 2020. Infatti, l'azienda di Cupertino non ha solamente ufficializzato lo storico passaggio dei processori per Mac all'architettura ARM, ma ha anche mostrato diverse novità particolarmente ghiotte.

In particolare, l'azienda di Cupertino ha voluto dimostrare agli spettatori del keynote che l'architettura ARM è in grado di supportare senza problemi tutte le applicazioni del caso, Photoshop, Lightroom, Powerpoint, Word, Excel e Final Cut Pro comprese. Non sono mancate delle dimostrazioni relative a video 4K, che sono state fatte girare con una configurazione basata su Apple A12Z Bionic e macOS Big Sur. Da notare il fatto che le demo sono state mostrate su display XDR di fascia alta.

Inoltre, Apple ha ufficializzato che Microsoft sta lavorando alla suite Office e Adobe si sta soffermando su Creative Cloud per Mac con architettura ARM. Oltre a questo, il supporto a molte altre applicazioni è in arrivo. È stato inoltre svelato che le app per iPhone e iPad arriveranno su Mac. Sono stati mostrati Monument Valley 2 e Fender Play. Le app per iPhone e iPad potranno essere scaricate direttamente dal Mac App Store. "La maggior parte delle app può essere ricompilata in pochi giorni", ha affermato Craig Federighi, vice presidente senior del reparto software di Apple.

Oltre a questo, la tecnologia Rosetta 2 è in grado di "tradurre" automaticamente le app Intel "nel tempo dell'installazione". Rosetta è in grado di lavorare anche lato gaming: durante la conferenza è stata mostrata la possibilità di giocare a Shadow of the Tomb Raider. Inoltre, la società di Cupertino ha affermato che sta lavorando duramente per sviluppare app a livello nativo su architettura ARM.

Tra l'altro, l'azienda di Cupertino ha anche svelato il lancio di un Developer Transition Kit, una sorta di Mac Mini con SoC A12Z, 16GB di RAM, 512GB di SSD e la Beta di macOS Big Sur pensato per consentire agli sviluppatori di testare la nuova architettura e di rendere più semplice la "transizione". Insomma, la presentazione odierna ha portato con sé un cambio storico per Apple.

Quanto è interessante?
3
Apple: le app di iPhone e iPad arrivano su Mac App Store; Programmi ARM