Apple AR è sempre più vicino: Apple sta già preparando la campagna marketing?

Apple AR è sempre più vicino: Apple sta già preparando la campagna marketing?
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Stando agli analisti e agli esperti, il visore Apple AR uscirà nel 2022, con ogni probabilità verso la fine dell'anno. La casa di Cupertino, tuttavia, si sta preparando al lancio del device con una serie di mosse piuttosto significative, l'ultima delle quali è l'assunzione del capo della comunicazione degli headset di Meta Andrea Schubert.

Schubert, infatti, è stato il capo della comunicazione e delle relazioni pubbliche di Meta per quanto riguarda i suoi dispositivi in realtà virtuale, e secondo la newsletter "Power On" di Mark Gurman sarebbe passato ad Apple per curare la campagna marketing di Apple AR.

In particolare, Gurman scrive che "In attesa del lancio [di Apple VR], Apple sta pianificando ogni cosa. Mi hanno detto che la compagnia ha assunto Andrea Schubert, direttore delle comunicazioni e delle pubbliche relazioni di Meta Platforms Inc. per quanto riguarda il settore della realtà virtuale".

Nelle sue precedenti newsletter, Gurman ha spiegato che l'headset Apple AR mostrerà messaggi, mail, mappe, giochi e altre applicazioni tramite dei display olografici montati direttamente nelle lenti del visore. Gurman ha anche rivelato che Apple ha in realtà due strategie diverse per i visori AR/VR, una che riguarda un occhiale dalle capacità limitate all'AR e una relativa ad un classico visore con funzionalità Mixed-Reality, cioè capace di generare immagini sia in AR che in VR.

Stando alle parole di Gurman e all'insider Ming-Chi Kuo, Apple AR altro non sarebbe che il visore MR di Cupertino, mentre in futuro saranno lanciati sia una serie di smartglasses AR-only sia, con ogni probabilità, anche dei visori dedicati solo al VR.

I rumor più recenti suggeriscono che Apple AR avrà due display 8K, uno per occhio, e che monterà il chip M1 di Apple, attualmente utilizzato sui nuovi Macbook e iMac. Secondo Ming-Chi Kuo, inoltre, il visore avrà sensori estremamente avanzati, che permetteranno input gestuali precisi e controlli gesture in ogni applicazione, tanto che l'headset non dovrebbe essere venduto insieme a dei controller.

Infine, il visore sarà completamente standalone, e non dovrà essere mai collegato a un iPhone o ad un PC per funzionare. Secondo Ming-Chi Kuo, il device peserà intorno ai 350 grammi e arriverà negli ultimi mesi dell'anno prossimo, in tempo per la stagione natalizia.

FONTE: 9to5Mac
Quanto è interessante?
3