Apple, il business in Cina potrebbe crollare dopo il ban di WeChat negli USA

Apple, il business in Cina potrebbe crollare dopo il ban di WeChat negli USA
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il ban di TikTok da parte dell’amministrazione Trump è stato accompagnato da un ordine parallelo che banna anche l’app di messaggistica WeChat, di proprietà di Tencent. Questo provvedimento però potrebbe avere effetti disastrosi anche su Apple a causa dell’elevato numero di utenti in Cina.

Apple in Cina ha registrato vendite record nell’ultimo periodo, segno della popolarità degli iPhone sul mercato asiatico. Con il ban di WeChat dall’App Store, ora la Mela rischia la perdita di moltissimi utenti e un crollo nelle future vendite dei suoi dispositivi in Cina. WeChat infatti è estremamente importante poiché non è solo un servizio di messaggistica, ma anche un’applicazione che permette di leggere notizie, chiamare taxi, pagare il pranzo o fare affari.

Tutti i servizi offerti da questa app sono essenziali per il cittadino cinese che ora, nel caso in cui possedesse un iPhone, si troverebbe costretto a cambiare smartphone. Se si osserva questo processo su scala nazionale, ecco che Apple si troverebbe senza alcun ruolo sul mercato cinese. Ciò comporterebbe anche un cambio radicale di strategia per la Mela, che con Tim Cook ha cercato a lungo di espandersi in Cina sia per la produzione di dispositivi che per la base di utenza significativa e consistente.

Come se non bastasse, Apple in Cina ha anche la maggior parte dei partner critici addetti alla produzione e all’assemblaggio degli iPhone. Tra sanzioni e ban da parte del Presidente degli Stati Uniti, la Mela potrebbe avere grossi problemi in futuro e si troverebbe costretta a dire tristemente addio ai trimestri da record visti nonostante la pandemia.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3