Apple conferma di aver sottovalutato la domanda per l’iPhone 7 Plus

di

Mezzo disastro di Apple con l’iPhone 7 Plus. La società di Cupertino, infatti, nel corso della conference call tenuta per annunciare i risultati finanziari del terzo trimestre fiscale, ha confermato di aver sottovalutato la domanda per l’iPhone 7 Plus.

La cosa più preoccupante l’ha però detta proprio l’amministratore delegato della compagnia, Tim Cook, che parlando con gli analisti ed investitori, ha affermato che la sua compagnia non è sicura di poter soddisfare la richiesta in tempo per la stagione natalizia, che da sempre coincide con il periodo di maggiore esposizione per i prodotti tecnologica.
L’amministratore delegato ha dichiarato che la domanda è stata forte “in particolare con l’iPhone 7 Plus, ed è andata contro ogni qualsiasi nostra previsione”.
E’ chiaro che tutto ciò non può che far piacere, da un certo punto di vista, ad Apple, dal momento che la versione più grande del suo cellulare genera profitti superiori. Riguardo i margini di guadagno per la stagione natalizia, la Mela li ha stimati intorno al 38-38,5% contro il 39% degli analisti, e non è chiaro se proprio la domanda superiore alla disponibilità abbia influito su questo calo.
La società inoltre potrebbe anche aver sottovalutato il numero di possessori del Galaxy Note 7 che hanno scelto di passare all’iPhone 7 Plus dopo il ritiro del phablet.
Il CFO Luca Maestri, nel corso di un’intervista rilasciata per Reuters ha affermato che “era praticamene impossibile conoscere l’effetto causato dal Note 7 sul nostro iPhone 7 Plus. Al momento non siamo in grado di soddisfare la domanda”.
Secondo gli analisti, sarebbe molto difficile accelerare la produzione, dal momento che “Apple punta sempre alla perfezione, e non ha mai corso più di tanto, a differenza di quanto fatto da Samsung”.

FONTE: Fortune
Quanto è interessante?
0