Il Face ID mapperà le vene del viso? Lo strano brevetto di Apple

Il Face ID mapperà le vene del viso? Lo strano brevetto di Apple
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Apple ha depositato un brevetto all’US Patent and Trademark Office per il Face ID, alla ricerca di novità per migliorare il sistema di sicurezza biometrica. La prossima mossa della Mela potrebbe essere la mappatura delle vene nel viso dell’utente, idea che potrebbe risolvere il problema di volti simili o gemelli.

Il sistema di riconoscimento facciale è un ottimo strumento presente nei dispositivi Apple, ma presenta ancora vari problemi come falsi positivi e possibilità per i malintenzionati di “fregare” il Face ID. La nuova feature trattata nel brevetto servirà proprio a evitare questi disguidi: tramite un sensore a infrarossi presente nella fotocamera, essa creerà una mappa 3D delle vene.

Dopo aver creato la mappa 3D, Face ID determinerà se lo scan coincide con i dati raccolti precedentemente dall’utente. In questo modo ne confermerà l’identità e garantirà l’accesso al dispositivo. L’efficacia di questo sistema è data dall’unicità dei pattern delle vene in ogni essere umano, non replicabile in maschere complesse create appositamente per illudere il Face ID.

Apple ha presentato anche un altro brevetto il 16 luglio 2020 dal United States Patents and Trademarks Office, riguardante un fotosensore per Apple Pencil in grado di misurare la luce e riconoscere i colori. Ovviamente i brevetti sono solo dei progetti presentati agli uffici del settore e non per forza diventeranno realtà, dunque potremmo non vedere sia il fotosensore che la mappatura delle vene.

Quanto è interessante?
2
Il Face ID mapperà le vene del viso? Lo strano brevetto di Apple