Apple diminuirà le commissioni dell'App Store al 15% per alcuni sviluppatori

Apple diminuirà le commissioni dell'App Store al 15% per alcuni sviluppatori
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La questione del 30% di commissioni trattenute da Apple dagli sviluppatori per ciò che riguarda l’App Store ha continuato a far scalpore per diverso tempo, tanto che la compagnia ha dovuto avvertire gli investitori della loro importanza per i guadagni. Ora, però, ha annunciato di voler ridurre tali commissioni per alcuni sviluppatori.

L’annuncio è arrivato in queste ore e ne citiamo in seguito una parte fondamentale: “Le piccole imprese sono la spina dorsale della nostra economia globale e il cuore pulsante dell'innovazione e delle opportunità nelle comunità di tutto il mondo. Stiamo lanciando questo programma per aiutare i proprietari di piccole imprese a scrivere il prossimo capitolo di creatività e prosperità sull'App Store e per creare il tipo di app di qualità che i nostri clienti amano. L'App Store è stato un motore di crescita economica come nessun altro, creando milioni di nuovi posti di lavoro e un percorso verso l'imprenditorialità accessibile a chiunque abbia una grande idea. Il nostro nuovo programma porta avanti questo progresso, aiutando gli sviluppatori a finanziare le loro piccole imprese, a correre rischi su nuove idee, a espandere i loro team e a continuare a creare app che arricchiscono la vita delle persone”.

Ciò che risulta evidente è la volontà del colosso di Cupertino di avviare un programma particolare per le piccole imprese, chiamato App Store Small Business e che consentirà a tutti gli sviluppatori che guadagnano meno di 1 milione di dollari all’anno in vendite dalle loro app di ridurre le commissioni della metà rispetto a quelle attuali, scendendo dunque al 15%. Su 28 milioni di produttori di app registrati al negozio di App della Mela ce ne saranno sicuramente moltissimi che soddisfano tali requisiti, ma la società non ha definito una percentuale precisa.

Il programma entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio 2021 e richiederà la candidatura da parte degli sviluppatori, i quali prossimamente riceveranno maggiori informazioni per quanto riguarda il procedimento, i requisiti di idoneità e le scadenze entro fine dicembre. Apple avrebbe deciso infatti di non applicare automaticamente gli account che soddisfano i requisiti per evitare frodi o abusi di sistema. Non mancano però alcuni dettagli già precisati: i nuovi sviluppatori potranno candidarsi sin da subito per questa agevolazione, mentre i produttori idonei che il prossimo anno potrebbero superare la fatidica soglia di 1 milione di dollari verranno in quel momento rimossi dal programma, per poi essere inseriti automaticamente nel caso in cui non dovessero più superarla.

Questa mossa sarà sicuramente positiva per tutti i piccoli sviluppatori che spesso si trovano alle strette a causa di tali commissioni, un problema che coinvolge anche Google da parecchio tempo nel suo Play Store, tanto che per questo motivo in India stanno valutando di multare l’azienda.

FONTE: Wccftech
Quanto è interessante?
3