Apple fa uno scherzo a Facebook: revocato l'accesso speciale alle app?

Apple fa uno scherzo a Facebook: revocato l'accesso speciale alle app?
di

Immaginate di essere un dipendente di Facebook che utilizza ogni giorno un comune iPhone. Vi svegliate una mattina e le applicazioni che usate per lavoro non funzionano più e non vi siete appuntati da nessun'altra parte gli impegni del giorno. Ebbene, a quanto pare questo è successo realmente e la colpa è di Apple.

In particolare, stando a quanto riportato dal The New York Times, lo scorso mercoledì 30 gennaio 2019 i dipendenti di Facebook hanno scoperto che tutte le applicazioni sviluppate dalla società di Menlo Park per coordinare il proprio lavoro non funzionavano più. Tutti avevano inizialmente pensato a un problema interno, visto che questo software per iOS è stato sviluppato direttamente da Facebook. Tuttavia, stando ad alcune fonti anonime interne ad Apple che hanno contattato il NYC, sarebbe stata proprio l'azienda di Cupertino a bloccare il software incriminato.

Infatti, Apple avrebbe deciso di revocare l'accesso speciale alle app iOS da parte di Facebook, in modo che quest'ultima azienda non possa abusare in alcun modo dei dati degli utenti. Nonostante questo, così facendo, molte applicazioni utilizzate internamente e sviluppate dalla società di Mark Zuckerberg sarebbero diventate inutilizzabili.

Stando sempre a quanto dichiarato da fonti vicine al The New York Times, questo avrebbe comportato parecchi problemi a oltre 35.000 dipendenti di Facebook, che in quella giornata non sarebbero riusciti nemmeno a comunicare tramite Messenger o a gestire il proprio lavoro tramite Workplace. Insomma, una perdita di produttività consistente, che probabilmente non sarà piaciuta molto a Facebook.

Quanto è interessante?
7
Apple fa uno scherzo a Facebook: revocato l'accesso speciale alle app?