Apple: John Ive prevede tempi duri per i produttori svizzeri di orologi

di

Il 9 settembre Apple potrebbe presentare il suo primo smartwatch e nonostante altre aziende siano in questo settore già da tempo la stampa e gli utenti di tutto il mondo non aspettano altro. Da tempo infatti, a Cupertino stanno lavorando sull'iWatch e lo testimoniano anche le "pesanti" assunzioni relative al campo della moda, dello sport e degli indossabili, fatte dalla Mela negli ultimi mesi: Patrick Pruniaux, manager di Tag Heuer (compagnia svizzera specializzata in orologi di lusso), Angela Ahrendts (ex amministratore delegato di Burberry) e Paul Deneve di Yves Saint Laurent, ad esempio. Ad infervorare la già calda platea che mertedì prossimo assisterà al primo keynote hardware di Apple del 2014 ci ha pensato John Ive. Nick Bilton, giornalista del New York Times, ha riportato alcune sue dichiarazioni inerenti l'iWatch.

Il capo del design hardware e software di Apple avrebbe messo in guardia gli orologiai svizzeri, sostenendo che per loro "il futuro sarà molto difficile". All'IFA di Berlino Samsung ha presentato il suo sesto smartwatch, il Gear S, mentre altri produttori, come LG e Motorola, mettono in mostra i propri orologi tech con display circolare. Apple, come ha sempre fatto, proseguirà per la sua strada e s'interesserà poco della concorrenza. L'iWatch infatti, sarà diverso dal resto dei prodotti perchè verrà inserito in un ecosistema molto solido, arricchito ultimamente da feature software di rilievo relative alla salute degli utenti e alla domotica (HelthKit e HomeKit). 

FONTE: NYT
Quanto è interessante?
0