Apple non vuole più leak: caccia alla fonte cinese che svela i prodotti in anticipo

Apple non vuole più leak: caccia alla fonte cinese che svela i prodotti in anticipo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Circa un mese fa, Apple ha dichiarato guerra ai leak minacciando azioni legali contro uno dei più famosi tipster del web, noto come “Kang”. Nuovi rapporti diffusi in rete, però, parlano di una serie di altre misure attuate dal colosso di Cupertino per impedire la fuoriuscita di informazioni e segreti commerciali.

Come ripreso da PhoneArena, recentemente l’azienda statunitense ha inviato un avviso di “Cease and Desist” a un altro, tipster cinese (il cui nome attualmente non è noto) con l’intento di bloccare definitivamente la pubblicazione e diffusione di informazioni sui prototipi di iPhone. Il tipster in questione avrà 14 giorni di tempo per rispondere all’accusa di divulgazione non autorizzata e, con la risposta, dovrà rivelare le fonti a lui note.

Di seguito riprendiamo parte della lettera inviata dal rappresentante legale di Apple China, Fangda Partners, pubblicata online da un utente Weibo: “Hai divulgato senza autorizzazione una grande quantità di informazioni relative ai prodotti Apple inediti e recentemente rumoreggiati, che hanno costituito una deliberata violazione dei segreti commerciali di Apple. Attraverso un'indagine, Apple ha ottenuto prove rilevanti sulla tua divulgazione non autorizzata del prodotto Apple non rilasciato. La tua violazione intenzionale si manifesta in modo specifico come: pubblicazione di informazioni non pubblicate sui nuovi prodotti Apple attraverso piattaforme di social media, inclusi ma non limitati al design e alle prestazioni di questi nuovi prodotti”.

Allo stato attuale non è noto come intenderà muoversi la società, che potrebbe persino trasformare il tutto in un caso giudiziario. Intanto, però, tanti altri tipster del settore stanno “ripulendo” i loro canali per proteggersi da ritorsioni, definendo quindi la vittoria della Mela nei confronti degli utenti protagonisti dei leak.

Anche Samsung ha deciso di muoversi contro i leakster, lanciando avvertimenti alquanto severi e reclami per violazione del copyright, i quali comunque non colpiranno i media outlet del settore che hanno riportato le indiscrezioni di mercato.

Quanto è interessante?
4