Apple, le nuove CPU proprietarie non supporteranno Windows via Boot Camp

Apple, le nuove CPU proprietarie non supporteranno Windows via Boot Camp
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il "trucchetto" di installare Windows su Mac non sarà più possibile a causa dei nuovi processori, almeno inizialmente. Tra i vari annunci del WWDC 2020 riguardanti i computer Apple si è infatti parlato dei nuovi chip proprietari con architettura Apple Silicon.

Questo cambiamento farà sì che nei nuovi Mac Windows non si potrà installare tramite Boot Camp per un po’ di tempo. Per una transizione completa ai PC 100% Apple serviranno fino a due anni, secondo i tecnici della Mela. I primi Mac con chip basati su Core ARM si pensa possano arrivare però verso la fine del 2020.

Con i nuovi processori è previsto un miglioramento delle prestazioni, della sicurezza dei dati e dell’efficienza energetica. Probabilmente anche l’intero ecosistema Apple vedrà ulteriori cambiamenti positivi.

Non è escluso però che più in là si possa installare quest’ultimo OS come alternativa di macOS, ma ciò dipende da Microsoft stessa. Infatti, è proprio l’azienda di Redmond che dovrà rendere disponibili le licenze ad Apple, come detto da un portavoce a The Verge. Oltre a queste dichiarazioni, però, non è stato aggiunto nulla in merito.

I programmi marchiati Microsoft non saranno colpiti da queste modifiche, dunque si potrà usare la Office Suite senza alcun problema anche sui nuovi Mac.

FONTE: Wccftech
Quanto è interessante?
2