Apple perde ancora contro VirnetX: violati dei brevetti in FaceTime

di

Apple solitamente va in tribunale per le infinite diatribe con Samsung, in pochi però conoscono l’odissea che il marchio di Cupertino sta affrontando con VirnetX. L’azienda si è messa contro la mela morsicata per via della tecnologia utilizzata in FaceTime, l’app che da diversi anni permette agli utenti Apple di videochiamarsi e chiamarsi.

Reuters ha diffuso la notizia che una giuria federale in un distretto est del Texas si è espressa in favore proprio di VirnetX, obbligando così Apple a pagare 302.4 milioni di dollari per danni relativi all'uso improprio di alcuni brevetti. La vicenda va avanti dal 2010, anno in cui la mela era stata giudicata colpevole e costretta a risarcire 600 milioni di dollari; poi tutto era continuato in appello, allungando i tempi della storia fino ad oggi.

Ora neppure quest’ultima sentenza mette un punto definitivo, la Corte di Appello degli Stati Uniti dovrà avanzare la propria decisione finale, VirnetX ha bisogno di vincere anche questo passaggio per veder ripagati i suoi brevetti. Subito dopo si ricomincerà di nuovo, visto che sempre la VirnetX ha citato Apple per le recenti funzioni di sicurezza integrate in iMessage.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
0