Apple rimuove oltre 300 app infette da App Store

di

Apple, dopo i rapporti di sicurezza emersi negli scorsi giorni, ha annunciato di aver rimosso dal proprio App Store di iOS circa 300 applicazioni infette, che avrebbero potuto minare la sicurezza degli iPhone, iPod ed iPad.

Secondo quanto riportato da molte agenzie di sicurezza, la maggior parte di queste sarebbero state presenti nella versione cinese del negozio di applicazione, e la diffusione sarebbe avvenuta attraverso una versione modificata di Xcode, il software fornito da Apple agli sviluppatori per effettuare i test e creare applicazioni per il proprio ecosistema.
Un portavoce dalla società ha affermato che “Apple ha rimosso dall'App Store diverse applicazioni realizzate con un software modificato, e stiamo lavorando con gli sviluppatori per assicurarci che stiano utilizzando la versione ufficiale di Xcode”.
Tra le applicazioni rimosse ci sarebbe anche WeChat, il competitor cinese di WhatsApp.
Ryan Olson, direttore di Palo Alto Network, afferma che questo è un campanello d'allarme significativo per la Mela, in quanto gli hacker per la prima volta hanno dimostrato che è possibile infettare l'App Store utilizzando dei software modificati che passano qualsiasi filtro o controllo. 

Quanto è interessante?
0