Apple risolve il FlexGate di MacBook Pro... aggiungendo 2mm al cavo

Apple risolve il FlexGate di MacBook Pro... aggiungendo 2mm al cavo
di

Per quanto il problema non sia mai stato riconosciuto ufficialmente da Apple, il FlexGate di MacBook Pro ha interessato parecchi consumatori.

Il difetto, evidente fin da subito, riguardava la lunghezza del cavo video. Questo sarebbe infatti troppo corto, andando in tensione quando il notebook si apre con un'inclinazione eccessiva. In realtà, come evidenziato da più video presenti sulla rete, basta che il display superi un angolo di 90 gradi perché il cavo rischi di venire compromesso. Dato che questo è effettivamente saldato nel pannello, se si rompesse sarebbe necessario sostituire l'intero display, per un danno di circa 700 dollari. Considerato che il costo del cavo è di circa 6 dollari il problema è facilmente risolvibile.

Ma ci sono buone notizie. I sempre attivi specialisti di iFixit hanno notato che il MacBook Pro del 2018 utilizza un cavo display più lungo di 2 millimetri rispetto ai precedenti. Un incremento che potrebbe sembrare trascurabile, ma che in realtà è sufficiente per eliminare del tutto il problema. Quei due millimetri permettono infatti una maggiore flessibilità, e scongiurano il pericolo di arrecare danni, almeno in teoria. iFixit sottolinea infatti che bisognerebbe osservare il comportamento del cavo sul lungo periodo per capire se il problema sia stato effettivamente risolto in maniera definitiva.

Purtroppo, a causa di precise scelte di progettazione di Apple, il cavo continua ad essere saldato al display, quindi in caso di rottura sarebbe sempre necessario sostituire tutto il pannello. Auguriamoci solo che il nuovo design garantisca una migliore affidabilità.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4
Apple risolve il FlexGate di MacBook Pro... aggiungendo 2mm al cavo